In questo articolo proponiamo alcuni interventi che vi faranno risparmiare molta energia ma difficilmente si potranno effettuare con il fai da te. Bisognerà affidarsi a professionisti esperti, con tempi di ritorno dai 3 ai 15 anni.

Per questi tipi di intervento esistono incentivi regionali e nazionali per l’efficientamento energetico. Recentemente è stata approvata la legge di Bilancio 2018 che riconferma gli ecobonus per singole unità immobiliari, il bonus verde per giardini e il per l’eco-prestito.

Ecco nel dettaglio gli interventi proposti:

  1. Isolate termicamente le fondazioni della casa fino alla profondità di gelo. Questo conviene nel caso in cui si debba scavare intorno alla casa (canalizzazioni, ecc.).
  2. Isolate il soffitto dello scantinato non riscaldato con pannelli termoisolanti. In uno scantinato riscaldato conviene isolare termicamente le pareti perimetrali dall’interno. Questo isolamento termico non occorre in climi caldi.
  3. Migliorate l’isolamento termico del vostro tetto. Questo conviene sia in climi freddi che in climi caldi, perché previene il surriscaldamento e il raffreddamento della casa.
  4. Migliorate l’isolamento termico delle pareti perimetrali (cappotto termico). L’intervento è più oneroso, ma conviene se la casa consuma molta energia per il riscaldamento.
  5. Acquistate lampade compatte a risparmio energetico, anche all’esterno.
  6. Collocate un timer e dei sensori di rilevamento che regolino l’accensione e lo spegnimento delle lampade all’esterno.
  7. Installate pannelli solari termici (sul tetto o sulla terrazza) che producano acqua calda e, in molti casi, possono servire anche in inverno per il riscaldamento.
  8. Modernizzate la caldaia, il bruciatore, il boiler, il climatizzatore, con dei modelli più recenti più efficienti. La modernizzazione contribuisce spesso a risparmiare costi, e, se si deve sostituire qualche impianto, conviene in ogni caso. Se avete ben coibentato e impermeabilizzato la vostra casa, non c’è più bisogno di un sistema di riscaldamento e di climatizzazione molto potente.
  9. Se dovete sostituire le finestre della vostra casa, sostituitele con quelle super-isolanti o a bassa emissività se vi vivete in una zona con clima freddo, oppure con quelle a bassa trasmittanza solare se vi vivete in una zona con clima caldo.
  10. Sostituite i vecchi sciacquoni dei bagni con quelli moderni che risparmiano il 50–80 % d’acqua.
  11. Montate schermature mobili davanti alle finestre che ombreggiando prevengono spiacevoli surriscaldamenti in estate.
  12. Raccogliete e utilizzate l’acqua piovana. Con l’acqua piovana potrete alimentare gli sciacquoni del water, irrigare l’orto e il giardino, fare pulizia in casa e lavare l’auto. Adeguatamente filtrata e depurata può essere persino utilizzata nella piscina, nel bagno e nella doccia. L’acqua piovana può sostituire circa il 50% dell’acqua potabile normalmente usata in casa.
  13. Piantate un albero per ombreggiare in estate la finestra più grande sul lato ovest della vostra casa. Non risparmiate immediatamente molti soldi, ma otterrete una qualità ecologica maggiore.

In questi articoli abbiamo provato a darvi dei consigli su come si possa risparmiare tanta energia modificando i propri comportamenti e facendo interventi più o meno costosi.

Se avete altri consigli da darci vi invitiamo a commentare questi articoli.